< Torna alla pagina degli articoli

La risposta del Presidente della Repubblica alla lettera di un bambino con Sindrome di Asperger

Un regalo speciale


Autore della lettera: Martin

Pubblicato da: David Vagni

Per favore signor Mattarella, guarisci l´Italia prima che io diventi grande. Martin ha 11 anni, Asperger, una forma lieve di autismo.


L´11 settembre presso la tenuta Presidenziale di Castel Porziano (vicino Roma), Il Presidente ha incontrato alcune famiglie ed Associazioni del mondo dell´Autismo.
In quell´occasione Martin, un bambino Asperger di 11 anni, ha voluto scrivere una lettera da consegnare al Presidente.




Roma, 10 settembre 2015


Caro Presidente,
mi chiamo Martin, ho 11 anni compiuti, sono un bambino intelligente come i miei amici di Spazio Asperger.
La nostra mente sembra diversa perché veniamo da un mondo speciale.
Veniamo da un Regno Magico e siamo tra gli umani perché abbiamo imparato i codici per stare nel vostro mondo.
Noi siamo velocissimi, molto piú veloci di voi umani e, in una giornata facciamo molte piú cose, voi siete lentissimi, pensate lenti e vi muovete lenti!
Noi conosciamo e rispettiamo le leggi della Giustizia e ognuno é il Sindaco di se stesso perció nel nostro mondo non esistono leggi e forze dell´ordine, non ci sono armi.
Non ci sono persone senza acqua e senza cibo perché non ci sono soldi ma ci scambiamo le cose che servono.
Io so riconoscere, tra gli umani, quelli del mio stesso mondo come i miei amici che sono venuti con me oggi.
Noi amiamo l´ordine, la sicurezza, il silenzio, la pulizia.
A volte non ci piace andare nelle vostre scuole perché vorremmo studiare solo le cose che ci interessano e magari diventare microbiologi o altro già a dieci anni. E poi a scuola c´é rumore, c´é molto rumore, le persone non rispettano le regole, non ci fanno studiare in pace, non c´é ordine, non é pulito, c´é puzza e a volte anche le pareti sono piene di muffa, ci cadono in testa. Io amo l´Italia, l´Italia é la mia casa ora ma qualcuno la sta rovinando e io non so che fare per impedirlo. Anche metro, ferrovie, bus sono lentissimi, sporchi, pieni di batteri, vecchi, e si rompono spesso; ci sono tanti scioperi, tantissimi, mi arrabbio tantissimo quando devo aspettare e faccio tardi.
Cosí la città é piena di macchine, che inquinano e distruggono la natura. Io amo tantissimo la natura, la studio perché é molto affascinante ed é la nostra casa.
Per favore signor Mattarella, guarisci l´Italia prima che io diventi grande.
Martin


Dopo qualche giorno, alla sede della nostra associazione, abbiamo ricevuto una lettera dal Presidente della Repubblica indirizzata a Martin.




Caro Martin,
grazie per la tua lettera.
Il mondo che descrivi é piú bello di quello in cui viviamo
giorno per giorno e io spero che l´Italia si possa avvicinare al mondo di ordine,
sicurezza, silenzio, pulizia che tu ei tuoi amici amate.
L´Italia é la tua e la mia casa; é la nostra casa.
A volte sembra difficile ma riusciremo a renderla piú bella.
Grazie e un saluto affettuoso,
Sergio Mattarella.


Sappiamo che sará necessario l´impegno di tutti per fare passi avanti in questa direzione e che la strada é lunga, ma siamo certi che Martin ha ricevuto qualcosa che ricorderá per tutta la vita.
Per la sensibilitá e la disponibilitá che sta manifestando nei confronti delle persone con autismo e delle loro famiglie, vogliamo ringraziare anche noi il Presidente Mattarella.


Le lettere sono state pubblicate previa autorizzazione di Martin, della sua famiglia e per gentile autorizzazione della segreteria della Presidenza della Repubblica.



Commenta questo articolo sul nostro forum Consulta i nostri professionisti

< Torna alla pagina degli articoli

Ti è piaciuto l'articolo? Fanne parola!