< Torna alla pagina degli articoli

Amore come inverno

una storia di amore con una persona Asperger non è mai banale


Recensione di David Vagni

Può sembrare narcisistico, e forse lo è, iniziare la recensione di un libro con la storia della recensione stessa. Eppure voglio farlo come personale autodafé, meritato, nei confronti di questo libro, che parlando d´inverno, riscalda il cuore.




Da quando ho iniziato ad interessarmi alla Sindrome di Asperger e più in generale all´educazione dei bambini, ho avuto occasione di conoscere una pletora di persone diverse, ognuna a suo modo, ma sempre molto interessanti.
Tra queste persone c´è l´autrice del libro "Amore come inverno" ma ovviamente lo ignoravo. L´ho conosciuta ed apprezzata per il suo interesse verso la neurodiversità.
Una sera mentre parlavamo e stavo facendo la mia solita tirata contro lo stereotipo dell´Asperger: freddo e privo di empatia, a prova della mia affermazione inizio ad elencare una serie di libri che secondo me rinforzavano l´idea, e tra questi cito "Amore come inverno".
Appena finisco di parlare, l´autrice mi dice: "E se ti dicessi che quel libro l´ho scritto io?", "Impossibile" rispondo "significherebbe che mi sto sbagliando", non potevo credere che l´autrice, e la donna innamorata della diversità che avevo davanti, fossero la stessa persona.
Questa recensione nasce così, per chiedere scusa di un errore fatto a causa dei miei preconcetti, giudizio frettolosamente dato, su un libro che mi ero rifiutato di leggere.


Tuttavia in quanto parole [lui] era muto: non una frase d´amore. Non un "ti voglio bene", solo stiracchiato quando richiesto e detto in momenti fuori dal suo controllo. Non poteva accettarlo. Perdere il controllo. Provava un dolore al punto di dover interrompere tutto, pensare che intorno il mondo stava crollando.


Il suo presente era una solitudine colorata, nuovi amici con storie insolite, mai più insolite della sua. Per [lei] ricominciare la vita aveva dovuto abbandonare tutto. Nel lavoro aveva ottenuto successo, numerosi riconoscimenti per i suoi studi. Amava scrivere anche se non lo faceva per professione. La passione per la danza. E la musica. Nonostante ciò era perennemente insoddisfatta. Il contatto con le persone: la fonte a cui attingeva per andare avanti


"Amore come inverno" è un libro di amore e di sentimenti, è un libro che mescola egregiamente prosa e poesia, seguento la passione dell´autrice per Rilke il testo è pieno di stralci che vedono nuova luce e significato inclusi in questa opera. E´ un libro breve, ma intenso, da leggere in un fiato ma che farà pensare a lungo.


Il racconto narra la storia di due compagni di scuola, troppo timidi per essere amici, destinati però ad amarsi dopo aver risolto le cicatrici scavate dalla loro vita.



Rosa Barillari, Amore come Inverno, ed. Erickson.


In tutto il libro non si parla mai di Asperger o di Autismo, l´autrice stessa ammette di aver conosciuto questa sindrome dopo la stesura del testo, eppure, qualsiasi persona che sia nello spettro o che ami una persona nello spettro, ha modo di riconoscersi nella particolare storia di questi personaggi.


Lontano dagli stereotipi, ci ritroviamo di fronte a due persone vere, complesse, in cui la loro diversità e sensibilità si intreccia inequivocabilmente con la storia della loro vita e con le loro esperienze. Come dice Jerome Kagan: "Non è nel come nasciamo o nelle esperienze che viviamo, ma è nel come queste due interagiscono, nel modo in cui il mondo che viviamo è interpretato".


Un uomo freddo per paura di amare ed una donna ipersensibile e bisognosa di affetto. Forse un cliché? No. Perché il libro si astiene dal giudicare ma, anzi, ci racconta le emozioni dei protagonisti passando abilmente tra i due poli di questa diade cogliendo come persone, in superficie diverse, possano essere in fondo simili nella loro solitudine.


…Premi le tue labbra sulle statue,
e sicuramente rimarrai distante: amore come inverno.


Può un germoglio crescere nel cuore dell´inverno? Il libro ci lascia con l´ottimismo che esistano, per le persone neuroatipiche, matrimoni possibili e storie e vite non meno piene di quelle destinate alle persone considerate "neurotipiche".


L´amore consiste in questo: due solitudini che si proteggono,
si toccano e si accolgono.

Commenta questo articolo sul nostro forum Consulta i nostri professionisti

Ti è piaciuto l´articolo?
Votaci con un click per farci avere delle donazioni a costo zero!

Vota Spazio Asperger ONLUS per supportare i nostri progetti

< Torna alla pagina degli articoli

Ti è piaciuto l'articolo? Fanne parola!