< Torna alla pagina degli articoli

La gravità dell’autismo può derivare dalla paura

I sintomi dell´autismo sono collegati all´apprendimento di ansia e paura


Tratto da ScienceBlog

Articolo originale: Autism severity may stems from fear


Tradotto da Oskene


La maggior parte delle persone sa quando aver paura e quando invece è tutto ok.
Ma le nuove ricerche sull’autismo mostrano che i bambini diagnosticati fanno più fatica a lasciare andare le proprie vecchie, sorpassate paure. Ancora più significativo, lo studio del Brigham Young University ha scoperto che questa rigida paura è collegata alla classica difficoltà sintomatica dell’autismo, come i movimenti ripetuti e le resistenze nei confronti dei cambiamenti.




Per i genitori e gli altri che lavorano con bambini autistici diagnosticati, la nuova ricerca mette in evidenza il bisogno di aiutare i bambini a fare dei passaggi emozionali - in special modo quando scendono a patti con le loro paure.


"Le persone con autismo probabilmente non sperimentano o capiscono il loro mondo nello stesso modo in cui facciamo noi" dice Mikle South, professore di psicologia al BYU e autore principale dello studio. "finchè non cambiano i ruoli all´interno della loro mente e spesso non capiscono cosa aspettarsi dall´ambiente circostante, noi abbiamo bisogno di aiutarli a pianificare in anticipo ciò che si devono aspettare."


Nel loro studio, South e due dei suoi studenti di neuroscienze - Tiffani Newton e Paul Chamberlain - hanno reclutato 30 bambini diagnosticati con autismo e 29 non diagnosticati per farli partecipare ad un esperimento. Dopo aver osservato un segnale visivo come un cartellino giallo, i partecipanti avrebbero sentito un innocuo ma sorprendente sbuffo di aria sotto i loro menti.


A metà dell´esperimento, le condizioni sono cambiate così che un diverso colore ha preceduto lo sbuffo d´aria. I ricercatori hanno misurato la reazione della pelle dei partecipanti per vedere se il loro sistema nervoso aveva colto il cambiamento e capito cosa stava arrivando.


"I bambini neurotipici imparano velocemente ad anticipare sulla base del nuovo colore al posto di quello vecchio" South dice. "Ci vuole molto più tempo per i bambini autistici ad apprendere come effettuare il cambiamento."


La quantità di tempo impiegato per estinguere l´originaria paura è correlata con la gravità dei sintomi caratteristici dell´autismo.


"Noi abbiamo osservato una forte connessione fra ansia e la ripetitività dei comportamenti" dice South. "Stiamo collegando i sintomi utilizzati per diagnosticare l´autismo con difficoltà emotive di solito non considerate un aspetto sintomatologico dell´ autismo."


Il persistere di inutili paure è dannoso per la salute psichica. Gli elevati livelli ormonali che ci aiutano in un attuale scontro o scenario di lotta ci causeranno danni al cervello e al corpo se perpetrati nel tempo.


E le famiglie che hanno partecipato in gruppi di abilità sociali organizzati da South e i suoi studenti possono riferire delle nuove scoperte.


"Nel parlare ai genitori, abbiamo sentito che vivere con i classici sintomi dell´autismo è una cosa, ma che avere a che fare con le preoccupazioni dei loro figli tutto il tempo è la sfida più grande" dice South. "Questo non può costituire una direzione completamente separata per studiarne l’ansia in quanto ora sappiamo che è collegato al resto."


Lo studio è apparso nel giornale Autism Research. Il progetto è iniziato quando Newton ricevette una borsa di studio universitaria per condurre una ricerca con un tutor di facoltà. Dopo essersi laureata in neuroscienze, ha cominciato a lavorare in una clinica in Michigan. Chamberlain sta finendo il suo ultimo anno al BYU e sta attualmente facendo interviste con la scuola di medicina.


La traduzione dell’articolo scientifico la potete reperire sul nostro portale: Inversione dell´apprendimento e flessibilità
Commenta questo articolo sul nostro forum Consulta i nostri professionisti

< Torna alla pagina degli articoli

Ti è piaciuto l'articolo? Fanne parola!