< Torna alla pagina degli articoli


Basta con l´approccio fideistico ad ADI e ADOS!


ADOS e ADI non raccontano tutta la storia dell´Autismo


Autore: Christopher Gillberg


Traduttore: Lucrezia Bertini


Articolo originale: Stop the religious belief in ADI/ADOS! pubblicato il 2 Maggio 2017. .



Foto: Emilie Asplund


ADI e ADOS non possono mai essere meglio della valutazione di un clinico esperto. La vecchia generazione di specialisti deve smettere di raccomandare gli "strumenti specifici per lo Spettro Autistico come una formula magica per la valutazione



C´è un dibattito in corso riguardo la validità della diagnosi di disturbo dello spettro autistico (ASD) (vedi Waterhouse et al 2016, e Muller e Amaral 2017).


La preoccupazione è che spostare il focus della ricerca dal SOLO AUTISMO all´AUTISMO PLUS o ESSENCE (vedi Gillberg 2010) [per informazioni sull´ESSENCE in italiano segui questo link n.d.R.] possa condurre al tracollo dei servizi rivolti ad individui con le difficoltà che attualmente riuniamo nella categoria diagnostica di autismo.


Se da un lato sono un grande fautore della decostruzione dell´autismo da parte della ricerca, sono ancora un "credente" nell´etichetta diagnostica di autismo.


Ci vorranno molti anni (in realtà, probabilmente decenni) prima che si possa sostituire l´attuale etichetta con una parola, una dimensione o un concetto che colga meglio le qualità del “fenotipo” e il bisogno di servizi specializzati e di follow-up per individui con “autismo”.


Perché sostituire il termine dato che le persone sanno cosa intendiamo dire con esso?


Il grande problema oggi è che moltissime persone coinvolte nel servizio clinico quotidiano (inclusi i gruppi di valutazione) hanno relativamente poca esperienza nel campo dei disturbi dello sviluppo neurologico/ESSENCE, e sembrano quasi ciecamente affidarsi agli algoritmi dell´ADI e dell´ADOS, strumenti che si sono provati essere non in accordo con le diagnosi di autismo fatte da esperti specialisti.


L´ADI e l´ADOS non possono mai essere meglio della valutazione di un clinico con esperienza. La generazione più giovane dei futuri specialisti ha bisogno di trarre esperienza dall´intero campo dell´ESSENCE.


La vecchia generazione di specialisti deve smettere di raccomandare gli "strumenti specifici per l´autismo" come formule magiche per la valutazione sfaccettata di casi in cui si presentano i diversi sintomi dell´autismo.


Le persone con ASD generalmente hanno molti più difficoltà di quelle riscontrabili semplicemente tramite ADI/ADOS, e nessuna "diagnosi di autismo" è completa senza una completa copertura di questi altri problemi (molti dei quali è stato dimostrato che sono più importanti per il trattamento e presentano opzioni differenti per il trattamento stesso rispetto all´autismo in sé).


Bibliografia

  1. Gillberg, C. (2010). The ESSENCE in child psychiatry: Early Symptomatic Syndromes Eliciting Neurodevelopmental Clinical Examinations. Research in Developmental Disabilites, 31, 1543-1551.
  2. Müller, R.A., & Amaral, D.G. (2017). Editorial: Time to give up on Autism Spectrum Disorder? Autism Research, 10, 10-14.
  3. Waterhouse, L. London, E., & Gillberg, C. (2016). ASD Validity. Review Journal of Autism and Developmental Disorders, 3, 302-329.



Commenta questo articolo sul nostro forum Consulta i nostri professionisti

< Torna alla pagina degli articoli

Ti è piaciuto l'articolo? Fanne parola!