< Torna alla pagina degli articoli

1 su 59. Le diagnosi di Spettro Autistico riprendono ad aumentare.

Dopo uno stop, il tasso di autismo tra i bambini degli Stati Uniti ha iniziato ad aumentare di nuovo.


Autore: David Vagni


Fonte originale: Prevalence and Characteristics of Autism Spectrum Disorder Among Children Aged 8 Years — Autism and Developmental Disabilities Monitoring Network, 11 Sites, United States, 2014


Secondo i dati diffusi il 27 aprile 2018 dal CDC, 1 bambino su 59 ha una diagnosi di Spettro Autistico. I dati indicano un aumento rispetto a quelli rilasciati nel 2016 suggerendo un miglioramento nel riconoscimento e un migliore accesso ai servizi per le femmine e le persone che vengono da minoranze.



Si stima che circa 1 su 59 (16,8 per 1.000) bambini di 8 anni di età abbia un Disturbo dello Spettro Autistico. I dati si basano su un sondaggio del 2014 di 325.483 bambini in 11 stati. I dati sono stati raccolti dall´Autism and Developmental Disabilities Monitoring Network (ADDM) del CDC.


Questo rapporto mostra un aumento nella prevalenza dell´ASD rispetto a quello di due anni fa. Tuttavia, questo aumento è legato ad un maggior riconoscimento delle femmine, dei casi più lievi e delle persone provenienti da minoranze (afro-americani, latino-americani). Il CDC continuerà il monitoraggio della prevalenza al fine di comprendere meglio i cambiamenti nel tempo.


Queste stime della Rete ADDM si basano sui dati raccolti dai registri sanitari e di istruzione speciale di bambini che vivono in 11 comunità attraverso gli Stati Uniti nel corso del 2012. Queste 11 comunità comprendono l´8,5% della popolazione degli Stati Uniti di 8 anni di età nel 2012. Le informazioni sono state raccolte sui bambini che avevano 8 anni perché si suppone che entro questa età si sia identificata la maggioranza delle persone ASD.


La prevalenza stimata di ASD è aumentata approssimativamente del 250% dal 2002 al 2014. Tuttavia, la prevalenza è rimasta circa la stessa tra il 2010 e il 2012 e l´aumento tra 2012 e 2014 è stato solo del 15%.


La prevalenza varia ancora ampiamente tra le 11 comunità. La prevalenza variava da un minimo di 1 su 76 o 1,3% nelle zone dell´Arkansas a un massimo di 1 a 34 o 2,9% nelle zone del New Jersey.


I ragazzi sono stati identificati 4 volte più spesso delle ragazze (due anni fa era 1:4.5).


i bambini bianchi avevano più probabilità di essere identificati (1.7%) rispetto ai bambini neri (1.6%) o ispanici (1.4%). Ma la differenza è nettamente diminuita negli ultimi due anni.


Tra i bambini il 44% ha un QI nella norma o superiore (QI>85), e il 25% ha un QI borderline (70-85). Meno di un terzo dei bambini ha una disabilità intellettiva e questa proporzione scende ad un quinto considerando solo i bianchi/caucasici.


Circa il 42% dei bambini identificati con ASD sono stati valutati per problemi inerenti allo sviluppo di 3 anni di età e un ulteriore 19% entro i 4 anni.



I nuovi dati non significano necessariamente che il numero effettivo di bambini con autismo negli Stati Uniti sia in aumento. La prevalenza di autismo è costantemente più alta nei bambini bianchi rispetto ai bambini neri o ispanici - i ricercatori solitamente attribuiscono questo dato alle disparità nell´accesso alle cure mediche. Questa differenza è andata diminuendo dal 2002. Ciò suggerisce che l´aumento della prevalenza potrebbe essere il risultato, in parte, del miglioramento dei servizi per i bambini che in precedenza erano mancati.



Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586 Commenta questo articolo sul nostro forum Consulta i nostri professionisti

< Torna alla pagina degli articoli

Ti è piaciuto l'articolo? Fanne parola!