< Torna alla pagina degli articoli

Ben-X

Davide Moscone

Guarda il trailer

Uscito nelle sale ad aprile 2009, il film BenX è una trasposizione cinematografica del romanzo Nothing Was All He Said scritto dallo stesso regista, il belga Nic Balthazar ed è tratto da una storia vera.

Il protagonista è un adolescente Asperger, una forma lieve di autismo senza ritardi intellettivi, ma con una compromissione della capacità di entrare in relazione con gli altri che varia da individuo a individuo.

Ben, come accade spesso nei ragazzi Asperger, ha come proprio interesse specifico il computer, in particolare il gioco di ruolo online Archlord, nel quale impersona un cavaliere leale e dalla forte integrità morale che difende la principessa Scarlite, avatar di una ragazza che guiderà il giovane nel corso del film verso un´imprevedibile soluzione finale.

La narrazione della trama è in gran parte affidata ad una voce fuori campo che esprime i pensieri di Ben sulla realtà che lo circonda, quindi ci permette di comprendere il suo peculiare stile cognitivo come pure le sue grandi difficoltà nel decodificare quelle informazioni e quei segnali sottintesi che sono alla base della maggior parte degli scambi sociali tra i suoi coetanei, ma che per lui risultano di difficile comprensione.

Ben subisce, senza riuscire a capire come evitarlo, l´aggressione di coetanei bulli che, incapaci di comprendere la qualità dell´alterità di umanità racchiusa in un ragazzo speciale come Ben, si rifiutano ottusamente di accettarne la sua diversità. Infatti come sostiene lo psicologo inglese Tony Attwood, il più grande esperto mondiale su questa sindrome, questi ragazzi non soffrono a causa della sindrome d´Asperger, ma soffrono a causa delle persone.

Il film, candidato agli Oscar 2007 come Miglior Film Straniero, in rappresentanza del Belgio e al Festival di Berlino, rappresenta un valido contributo alla diffusione nel nostro Paese della conoscenza di queste persone che, seppure con le loro difficoltà sociali, presentano, come scrive Attwood, delle qualità preziose, quali:"l´onestà, la lealtà, l´affidabilità, la schiettezza, e l´avere un forte codice morale e senso di giustizia.". Tutte qualità che possono contribuire al miglioramento della nostra società


Commenta questo articolo sul nostro forum Consulta i nostri professionisti

< Torna alla pagina degli articoli

Ti è piaciuto l'articolo? Fanne parola!