< Torna alla pagina degli articoli

Disturbi alimentari, anoressia e spettro autistico

di David Vagni

Anoressia Nervosa e Asperger hanno una serie di caratteristiche comuni

E´ noto da tempo che spesso le persone nello Spettro autistico presentano comportamenti alimentari insoliti (spesso legati alla stimolazione percettiva) e recentemente si è trovato che le persone con Anoressia Nervosa presentano caratteristiche dello Spettro Autistico. Si ipotizza che possa esserci una sovrapposizione anche di predisposizione neurologica tra le due condizioni.

Ci sono più ragazze che ragazzi che soddisfano i criteri diagnostici per l´anoressia, ma in alcuni casi, i ragazzi con la sindrome di Asperger sono diventate così magri che sono stati indirizzati da medici a causa di sospetti di anoressia. La maggiore incidenza di ragazze con anoressia è globale probabilmente attribuibile a pressioni culturali di rimanere estremamente magra.

Epidemiologia

Uno studio, riportato da psichiatria professore Janet Treasure (2007), capo della South London e Maudsley NHS Trust Eating Disorders Unit, ha riscontrato che più di 1 su 5 anoressiche soddisfatto i criteri per un disturbo dello spettro autistico. Tony Attwood (2007), esperto di Asperger, riporta un tasso simile,tra il 18% e il 23% delle ragazze adolescenti che soffrono di anoressia incontrando anche alcuni o tutti i criteri diagnostici per la sindrome di Asperger. Per contro, il tasso di diagnosi per tutti i disturbi dello spettro autistico nella popolazione generale è inferiore all´1%.

Una revisione sistematica di 32 studi individuali in vari paesi condotto da Berkman, Lohr, e Bulik (2007) ha riscontrato che le persone con anoressia nervosa sono a più alta probabilità di avere disturbi dello spettro autistico, così come i vari disturbi d´ansia (come il disturbo ossessivo-compulsivo ), rispetto alla popolazione generale.

Sintomi comuni

Janet Treasure, notando un certo numero di somiglianze tra anoressici e Asperger, ha proposto che, come di Asperger, l´anoressia sia una condizione legata a predisposizione di origine genetica, su base neurobiologica. Questa affermazione è finora controversa e sono necessari ulteriori studi.

Treasure afferma che il modo in cui il cervello interpreta le informazioni e l´elaborazione neurale possono riguardare sia le reazioni psicologiche e di comportamento.

I sintomi che sono relativamente comuni tra due persone con condizione dello spettro autistico e anoressia sono:

  • Una tendenza a concentrarsi sui dettagli, piuttosto che percepire le cose olisticamente, divenendo così facilmente distratto e spesso perdendo il quadro generale della situazione o problema.
  • comportamento ossessivo compulsivo
  • Un bisogno di fare le cose perfettamente e completamente
  • Difficoltà con il multitasking, o spostare l´attenzione avanti e indietro tra due attività diverse o idee
  • Iperfocus
  • La mancanza di flessibilità cognitiva e comportamentale, che rende molto difficile far fronte a cambiamenti nei piani di routine
  • incidenza superiore alla media dei disturbi d´ansia e disturbi dell´umore come la depressione
  • comportamenti alimentari atipici, insoliti routine di preparazione del cibo, e / o rifiuto di mangiare uno o più tipi di cibo
  • In alcuni casi, esercizio fisico ritualizzato o con routine estreme e prolungate

Va notato che non tutti coloro sia con anoressia nervosa o sindrome di Asperger avranno tutte queste caratteristiche. Inoltre, la ricerca indica che, nonostante i tassi di prevalenza superiori alla media che collegano le due condizioni, la maggior parte delle persone con sindrome di Asperger non soffrono di gravi disturbi alimentari, e la maggior parte delle anoressiche non soddisfano i criteri diagnostici per i disordini dello spettro autistico. Quindi il collegamento e la sovrapposizione c´è (come riportato dalle percentuali sopra) ma ovviamente non c´è interscambiabilità/certezza.

Lo Spettro Autistico

Finora le ricerche relative all´intersezione e interazione tra i disturbi alimentari e lo spettro autistico, nonostante il fatto che entrambi siano associati a modelli alimentari anormali, sono poche, pur essendoci in letteratura molte descrizioni di tipo qualitativo. A causa di ipersensibilità sensoriale, le persone nello spettro spesso si limitano ad un piccolo numero di scelte dietetiche perché non possono tollerare la consistenza, gli odori, o sapori di molti alimenti, fino anche a soffrire di nausea e vomito se tentano di mangiarli. La prevenzione di molti cibi diversi può portare a magrezza estrema, ma può anche causare aumento di peso, se solo gli elementi ad alto contenuto calorico sono tollerati.

Le persone con sindrome di Asperger e altri disturbi dello spettro autistico possono anche richiedere insolito stili di presentazione degli alimenti o routine alimentari, una caratteristica che spesso si trova pure nelle anoressiche. Molti bambini con diagnosi di sindrome di Asperger sono stati portati a vedere pediatri a causa delle preoccupazioni dei loro genitori relative al loro comportamento alimentare.

Distinguere

Nel complesso, mentre ci sono molte similitudini interessanti tra anoressia nervosa e disturbi dello spettro autistico, non vi è stata sufficiente ricerca condotto per trarre delle conclusioni definitive. Tuttavia, i tassi di prevalenza e comuni sintomi suggeriscono la possibilità che le condizioni possono condividere alcune caratteristiche neurobiologiche.

Viceversa è importante determinare dove finisce la causa di tipo sensoriale-percettivo, dove comincia la componente psichica e dove si arriva a quella sociale in modo da evitare, come spesso accade a molte ragazze Asperger il cui problema può essere solo il sensorio di essere trattate con terapie adatte alle ragazze anoressiche, o viceversa che quando, soprattutto durante l´adolescenza, alla componente sensoriale può sovrapporsi a quella psicologica-sociale, che, nel caso sia già presente una diagnosi di Asperger, rischia di essere trascurata.

Un esempio delle somiglianze e sovrapposizioni tra ASD e Anoressia, tratto da: Zucker, 2007, Anorexia nervosa and autism spectrum disorders: Guided investigation of social cognitive endophenotypes


Commenta questo articolo sul nostro forum.

< Torna alla pagina degli articoli

Ti è piaciuto l'articolo? Fanne parola!