Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Aitutatemi a capire mio figlio

riotriot Moderatore
modificato 20 February in Diagnosi, criteri e strumenti
Questa discussione è stata creata dai commenti divisi da: parere se chiedere/valutare una diagnosi aspie.
Post edited by riot on

Commenti

  • ClaudiaBClaudiaB Membro
    Pubblicazioni: 54
    Salve,
    forse qualcuno di voi può aiutarmi a capire le diagnosi di mio figlio età 7 anni.
    3 anni fa diagnosi disturbo misto dello sviluppo ( deficit attenzione e anomalia interiezioni sociali).
    2 anni fa, dopo diverse valutazioni, mio figlio è risultato neurotipico ( si dice così?) Solo affetto da stereotipie che possono avere tutti. Mi dicono di avere pazienza.
    Due mesi fa lo porto da una psicologa privata perché le stereotipie aumentano. Questa psicologa mi dice che ha alcuni tratti asperger ( nella interazione reciproca).
    Mi chiedo che significa e che comporta?
    Il bimbo apparentemente non ha nulla di che, io e gli altri notiamo solo questo:
    Stereotipie
    Problemi attentivi
    Ignora alcune persone /adulti( le salute ma non sembra interessato al dialogo)
    In alcuni momenti non ascolta
  • riotriot Moderatore
    Pubblicazioni: 6,259
    Benvenuta!

    sembrerebbe che la diagnosi di 3 anni fa sia ancora attuale, ma qui non siamo in grado di fare valutazioni, e i bambini vanno osservati di persona da bravi specialisti.
    e la psicologa privata da cui l'avete portato è competente per l'Autismo?

  • ClaudiaBClaudiaB Membro
    Pubblicazioni: 54
    Si la psicologa è molto competente.
    Lei ha ribadito che non si tratta di sindrome vera e propria ma di tratti asperger. Nella reciprocità.
    Io sono molto confusa. Lui al parco e a scuola non si isola mai, non c'è un gioco solitario ma è molto socievole.
    Ha problemi attentivi e stereotipie nei momenti di euforia
    riot
  • riotriot Moderatore
    Pubblicazioni: 6,259
    ClaudiaB ha detto:

    Si la psicologa è molto competente.
    Lei ha ribadito che non si tratta di sindrome vera e propria ma di tratti asperger.

    è quello che viene chiamato "subclinico" cioè ha i tratti ma non abbastanza da rientrare nella diagnosi vera e propria.
    puoi rasserenarti :)

    poi, per quelli che definisci problemi, beh, con un buon educatore è possibile farglieli gestire, anche perché è ancora piccolo.

  • ClaudiaBClaudiaB Membro
    Pubblicazioni: 54
    Grazieeee
    Educatore? Che tipo? Noi andiamo da un neuropsicomotricista privatamente ovviamente
  • riotriot Moderatore
    Pubblicazioni: 6,259
    ClaudiaB ha detto:

    Grazieeee
    Educatore? Che tipo? Noi andiamo da un neuropsicomotricista privatamente ovviamente

    Il neuropsicomotricistaè utile per dargli capacità in cui è meno abile, mentre gli educatori lavorano all'interno di laboratori (ma anche singolarmente a casa) facendogli mettere in pratica le conoscenze già acquisite o mancanti.

    Ad esempio, ci sono laboratori di arte (utile per la manualità), scienza, tecnica e tecnologia, musica, abilità pratiche come gestire ad esempio il percorso casa/scuola autonomamente e lo svolgimento dei compiti quotidiani (lavarsi, vestirsi, fare i compiti eccetera), il gioco e le abilità sociali.
    Spesso costituiscono gruppi di bambini che partecipano alla stessa attività.

    L'importante è che si diverta :)

  • ClaudiaBClaudiaB Membro
    Pubblicazioni: 54
    Grazie mille per il sostegno .
    Talvolta noi genitori siamo i più colpiti da queste situazioni.
    riot
Accedi oppure Registrati per commentare.
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online