Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Storie di "ordinaria follia"

Racconto un episodio tra tanti, e come questo ne viviamo 4 o 5 al giorno rendendoci la vita quotidiana un piccolo inferno.
È ora di pranzo e stiamo per metterci a tavola io marito e figlio.

Mentre cuoce la pasta preparo le fragole e monto la panna che a mio figlio piace da matti... MA....
Arriva lui e monta una crisi sul fatto che non lo devo fare perché a lui non piace e non la vuole e devo smettere...
Chiedo il motivo e mi risponde che la panna non gli piace...
Gli dico che noi però la vorremmo e se a lui non va può non mangiarla... niente, siccome non va a lui nemmeno noi dovremmo mangiarla...
Rispondo se non piace a te non significa che devi impedire agli altri di mangiarla, io non ti impedisco di mangiare ciò che ti piace se a me non va....
....niente....
Io continuo a montare la panna ignorandolo, lui ci rovina l'inizio del pranzo....
Infine quando gli chiedo se vuole le fragole mi dice che le vuole....con la panna!

Da psichiatria
Sono stanca.....
Linnasara79mammaconfusa80
«1345

Commenti

  • Pubblicazioni: 1,012
    Che gli desse fastidio il rumore mentre montavi la panna?
    toglimi la curiositá, alla fine gliel'hai concessa?
    mammarosanna
  • mammarosannamammarosanna Veterano Pro
    Pubblicazioni: 591

    Che gli desse fastidio il rumore mentre montavi la panna?
    toglimi la curiositá, alla fine gliel'hai concessa?

    Sì gliel'ho concessa...
    Se gli desse fastidio? Forse... Non posso saperlo se non me lo dice, però di solito mi vuole aiutare a fare i dolci...quindi non so come interpretare.
    Si gliel'ho concessa, ma gli ho detto che prima mi aveva fatto capire che non la voleva...

  • Terra_di_MezzoTerra_di_Mezzo Veterano
    Pubblicazioni: 208
    Qualcosa di simile succedeva anche a mio figlio qualche anno fa, perdonami ma non ricordo quanti ne ha il tuo, il mio 10 appena compiuti.
    Intorno ai 6 o 7 anni aveva questo tipo di reazioni e siccome parlava poco e non era abituato ad esprimersi era complicato capire il "vero" perchè delle cose.
    A volte potrebbe essere anche solo frustrazione momentanea, oppure il rumore come diceva l'altro utente, oppure il colore o la consistenza iniziale etc. Che il bambino sintetizza con il "non mi piace la panna"
    (che è la cosa più facile da dire) ma in realtà forse non sta esprimendo il vero perchè.
    mammarosannaLinnamammaconfusa80
  • mammarosannamammarosanna Veterano Pro
    Pubblicazioni: 591
    Terra_di_Mezzo ha detto:

    Qualcosa di simile succedeva anche a mio figlio qualche anno fa, perdonami ma non ricordo quanti ne ha il tuo, il mio 10 appena compiuti.
    Intorno ai 6 o 7 anni aveva questo tipo di reazioni e siccome parlava poco e non era abituato ad esprimersi era complicato capire il "vero" perchè delle cose.
    A volte potrebbe essere anche solo frustrazione momentanea, oppure il rumore come diceva l'altro utente, oppure il colore o la consistenza iniziale etc. Che il bambino sintetizza con il "non mi piace la panna"
    (che è la cosa più facile da dire) ma in realtà forse non sta esprimendo il vero perchè.

    Ne ha 8. Senza dubbio un problema di comunicazione. Bisogna insegnargli ad esprimersi, e al momento c'è questo piccolo particolare: non ascolta proprio.


    Terra_di_Mezzo
  • Terra_di_MezzoTerra_di_Mezzo Veterano
    modificato 11 April Pubblicazioni: 208
    Eh, ti capisco bene cara @mammarosanna , quanti mesi/anni anche noi a cercare di spiegargli le cose e lui a non ascoltare oppure a fare l'oppositivo a prescindere, non riuscivamo ad agganciarlo.
    Poi quando ci riesci ad agganciarlo c'è comunque il problema fargli capire le cose, perchè ci sono problemi di linguaggio, ci sono problemi nel fargli organizzare e selezionare i pensieri a lui, ci sono problemi di impulsività... Insomma una faticaccia, perchè di solito sono una somma di problemi che compromettono una funzione e quasi mai uno solo.
    Sono d'accordo con te, una gran fatica, ma non possiamo mollare, le cose miglioreranno, coraggio!!!
    mammarosannaclaluibet
    Post edited by Terra_di_Mezzo on
  • chiocciolinachiocciolina Veterano
    Pubblicazioni: 456
    Mio figlio fa una cosa simile quando canto,mi dice che non devo canticchiare alcune canzoni o in alcuni momenti nessuna.
    Poi dopo un attimo le canta lui...non mi sono ancora saputa dare una spiegazione perché altre volte invece cantiamo volentieri insieme le canzoncine che a lui piacciono...
    A volte mi dà l'impressione di un "no"a prescindere come sfida.
    In alcuni casi ho capito che il suo opporsi è dovuto al fatto che in realtà vorrebbe fare altro per cui non è che non gli piaccia sentirmi cantare ma semplicemente il pensiero potrebbe essere tradotto così:dato che non posso fare ciò che voglio ,non voglio che tu canti.
    Oppure non voglio sedermi a tavola e mangiare... insomma una ripicca.
    mammarosannaTerra_di_Mezzo
  • mammarosannamammarosanna Veterano Pro
    modificato 11 April Pubblicazioni: 591
    chiocciolina ha detto:

    Mio figlio fa una cosa simile quando canto,mi dice che non devo canticchiare alcune canzoni o in alcuni momenti nessuna.
    Poi dopo un attimo le canta lui...non mi sono ancora saputa dare una spiegazione perché altre volte invece cantiamo volentieri insieme le canzoncine che a lui piacciono...
    A volte mi dà l'impressione di un "no" a prescindere come sfida.
    In alcuni casi ho capito che il suo opporsi è dovuto al fatto che in realtà vorrebbe fare altro per cui non è che non gli piaccia sentirmi cantare ma semplicemente il pensiero potrebbe essere tradotto così:dato che non posso fare ciò che voglio ,non voglio che tu canti.
    Oppure non voglio sedermi a tavola e mangiare... insomma una ripicca.

    Anche il mio non vuol sentirmi cantare, ma è perché ho una voce tremenda... È una questione sensoriale.

    ---
    Terra_di_Mezzo ha detto:

    Eh, ti capisco bene cara @mammarosanna ,
    Sono d'accordo con te, una gran fatica, ma non possiamo mollare, le cose miglioreranno, coraggio!!!

    Noi che siamo i genitori ci impegnamo e non abbiamo altra scelta (Anche se certe volte verrebbe di mandare tutto alle ortiche...).
    Un domani quanta pazienza possono avere gli altri?
    chiocciolinaLinnaTerra_di_Mezzo
    Post edited by Sniper_Ops on
  • betbet Membro Pro
    Pubblicazioni: 93
    Uhh come mi ritrovo in tutti voi!!! Anche mio figlio si urta per niente e non si capisce bene cosa lo infastidisca davvero. Io credo che quando non è sereno lui, tutto gli dà i nervi, se invece è tranquillo va tutto ( o quasi) bene. Anche noi abbiamo problemi con alcune canzoncine che lo urtano, lui.pero' adora canticchiare e non sempre quando gli si chiede di smettere ascolta, ma vuole che noi smettiamo istantaneamente. Anche noi gli spieghiamo all infinito che anche gli altri si urtano non solo lui...che fatica e che infinita pazienza.
    mammarosannachiocciolinaTerra_di_Mezzo
  • gufomatto79gufomatto79 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 778
    Idem mia figlia! Anche per le canzoni! Certe volte credo che non voglia che io canti perché vuole farlo solo lei, a volte perché le da fastidio la mia voce. Di questo ne abbiamo fatto un gioco. Io inizio una canzone e lei mi dice di no, allora mi dispero e le dico che voglio cantare e passi ad un'alta,produce ancora no e allora continuo con un'altra. Dopo poco ci risiamo su tutte e due. Anche io però ho gli stessi problemi. A volte quando fa qualche osservazione che suscita le mie emozioni positive o si rende conto di aver detto qualcosa di interessante, si copre il viso come se l'emozione per lei fosse troppa. Forse il modo con cui reagiamo a certe loro proposte, magari il nostro viso, il nostro tono di voce mentre altre volte il nostro volerli anticipare, potrebbe far scattare il tasto sbagliato. Anche mia figlia grande NT si arrabbia per nulla e lo faceva anche da piccola, solo che lei sapeva piegarmi perché... È dura ma confrontarci ci aiuta tutti
    betchiocciolinamammarosannaTerra_di_Mezzo
  • LupaLupa Veterano Pro
    Pubblicazioni: 622
    Identificare l'origine dei propri problemi e fastidi non è sempre facile neanche per gli adulti, ND o NT che siano. A volte siamo "nervosi" per qualcosa che ci è successo o che abbiamo provato e ce la prendiamo con la prima cosa o persona che capita perché è più facile da identificare e accusare, anche se non è la vera origine dei nostri fastidi.  Forse ancora prima di riuscire a comunicare cosa si prova è difficile capire cosa si prova, è un'impresa per grandi e piccini.
    chiocciolinabetOrsoX2mammarosannaLinna
Accedi oppure Registrati per commentare.
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online