Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

David Finch: Il diario della buona prassi

wolfgangwolfgang SymbolModeratore
modificato July 2012 in Advocacy e Neurodiversità
David Finch: Il diario della buona prassi
Come vivere al meglio la propria vita e farla vivere alla propria famiglia, essendo Asperger

Pieno di umore e di sorprendente buon senso, Il diario della buona prassi è una storia di miglioramento e crescita personale, guidata dall´amore ma interpretata da una persona che ha fatto della sistematizzazione la propria vita. The Journal of Best Practices è una finestra unica per le persone che vivono con una condizione dello spettro autistico, e la prova che un cuore puro può conquistare tutti.

image

Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
Taggata:
«13

Commenti

  • Andato34Andato34 SymbolAndato
    Pubblicazioni: 4,027
    "Questo è il modo in cui il cervello di mio marito è collegato. I problemi a relazionarsi con me non sono colpa della sua mancanza di volontà."

    E se fosse stato per la sua mancanza di volontà? Anche quella è una cosa che ti da la natura. Perché ci sono persone che hanno grande forza di volontà e altre che ne hanno poca? Ci sarà un motivo no? Se ha l'asperger lo accetta, mentre se è svogliato non lo accetta? Un ragionamento che non sta in piedi.
    La Sindrome di Asperger è solo uno spunto per conoscere meglio se stessi e gli altri.
  • Andato34Andato34 SymbolAndato
    modificato July 2012 Pubblicazioni: 4,027
    Voi mi direte adesso: "ma la svogliatezza si può migliorare". Beh, anche l'asperger si può migliorare.

    Oppure mi direte: "la svogliatezza dipende da te, l'asperger no". Falso, ci sarà un motivo se una persona è svogliata mentre un'altra non lo è. Avranno un qualcosa di diverso no?

    Oppure mi potete dire: "una è svogliata perché non ci mette impegno, se ci mettesse impegno riuscirebbe a non esserlo". Ci sarà un motivo se non ci mette impegno, no? E quel motivo da cosa è dato? Tutto alla fine è dato dalla natura.

    Ogni nostra scelta è causata al 100% dalla natura, non esiste un "noi" separato dalla natura. È assurdo punire una persona perché è svogliata, mentre se è asperger giustificarla. Quella svogliatezza è data al 100% dalla natura, come il suo essere asperger.
    Post edited by Andato34 on
    La Sindrome di Asperger è solo uno spunto per conoscere meglio se stessi e gli altri.
  • Andato34Andato34 SymbolAndato
    Pubblicazioni: 4,027
    Il libero arbitrio non esiste. Non esiste un'anima separata dalla natura. Tutto è natura. Non esiste un'io che può agire sulla natura, io sono parte della natura.
    La Sindrome di Asperger è solo uno spunto per conoscere meglio se stessi e gli altri.
  • Andato34Andato34 SymbolAndato
    Pubblicazioni: 4,027
    Scommettiamo che nei prossimi 100 anni verranno fuori una miriade di sindromi per spiegare ogni comportamento umano che va fuori dal "normale"? É chiaro, per ogni comportamento umano è possibile dimostrare che è dato al 100% da eventi che la persona NON ha scelto che accadessero. Per cui posso definire una "sindrome" per ogni comportamento umano che non va bene alla società.

    Ricordatevi: OGNI vostro comportamento è causato al 100% da cose che non avete scelto voi.

    Scusate la digressione, ho finito.
    La Sindrome di Asperger è solo uno spunto per conoscere meglio se stessi e gli altri.
  • elettraelettra Veterano
    modificato July 2012 Pubblicazioni: 889
    Oppure mi potete dire: "una è svogliata perché non ci mette impegno, se ci mettesse impegno riuscirebbe a non esserlo". Ci sarà un motivo se non ci mette impegno, no? 
    Probabilmente l'impegno riguarda tutta la parte interpretativa alla quale siamo costretti a ricorrere certe volte per comprendere il prossimo.
    Potrebbe capitare un episodio nel quale sei riposato e completamente aperto al prossimo e ti impegni al 100% per capire davvero cosa ti vuole comunicare chi hai davanti, mentre altre volte potresti essere molto stanco, stressato e non avere come impulso primario lo sforzarti di capire.

    *Va bene non avere le stesse connessioni mentali del restante 99% della
    popolazione mondiale, perché se abbiamo la giusta guida nelle nostre
    vite, nel mio caso Kristen, possiamo imparare a funzionare socialmente e
    questo ci aiuta a navigare nel mondo neurotipico.*
    E' vero: da quando sto con il mio fidanzato la qualità della mia vita sociale è migliorata notevolmente perchè anche prima di conoscere l'Asperger, quando si accorgeva che stavo "eccedendo", mi prendeva da parte e mi diceva cose del tipo "guarda che non puoi mica dire una cosa del genere" oppure "adesso basta parlare dell'argomento x, non hai visto che gli altri ne hanno le scatole piene?" e così via...
    Post edited by elettra on
    I thought what I'd do was, I'd pretend I was one of those deaf-mutes.

    When I've eliminated the impossible, whatever remains, no matter how mad it might seem, must be the truth.
  • wolfgangwolfgang SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 10,754
    @alessiodx

    In parte concordo con te. O meglio, va interpretato nel contesto secondo me, il discorso è: non è una questione di volontà, cioè non c'è volontà di ledermi, ma c'è una reale incapacità di comprendere e comunicare. Sul fatto che anche la volontà sia probabilmente in buona parte determinata sono d'accordo con te. Però è un discorso diverso. Se so che è una cosa è sbagliata e la ignoro o mi faccio gli affari miei è diverso dal non sapere che è sbagliata. Non è un discorso di innatismo vs. mentalismo. Non so se sono riuscito a spiegarmi.
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • Andato34Andato34 SymbolAndato
    modificato July 2012 Pubblicazioni: 4,027
    @alessiodx

    In parte concordo con te. O meglio, va interpretato nel contesto secondo me, il discorso è: non è una questione di volontà, cioè non c'è volontà di ledermi, ma c'è una reale incapacità di comprendere e comunicare. Sul fatto che anche la volontà sia probabilmente in buona parte determinata sono d'accordo con te. Però è un discorso diverso. Se so che è una cosa è sbagliata e la ignoro o mi faccio gli affari miei è diverso dal non sapere che è sbagliata. Non è un discorso di innatismo vs. mentalismo. Non so se sono riuscito a spiegarmi.
    Sono d'accordo che sapere che una cosa è sbagliata e ignorarla (caso A) è diverso dal non sapere che è sbagliata o non accorgersene (caso B).
    Quello che non capisco è la così grande differenza di reazione nei due casi da parte di quella donna. Nel caso A si sarebbero addirittura lasciati, nel caso B ritorna follemente innamorata. Secondo me lei non vede (come molti) che anche il caso A è giustificabile da qualcosa che quell'uomo non ha scelto, non solo il caso B.

    Comunque, nel caso qualcuno voglia continuare a discutere su questo apro un altro thread, non voglio spammare oltre! scusate lo sfogo!
    Post edited by Andato34 on
    La Sindrome di Asperger è solo uno spunto per conoscere meglio se stessi e gli altri.
  • wolfgangwolfgang SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 10,754
    Aprilo :)
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • biancabianca Senatore
    Pubblicazioni: 1,380
    Sottoscrivo al mille per cento David Finch, lo leggerò sicuramente.
    Mi riconosco moltissimo quando dice che ne ha fatto un vero e proprio "sistema" si vita. Per me è ancora molto faticoso accettare alcuni atteggiamenti AS negli altri, che suonano molto egoisti. Mi verrebbe da dire: "Ma non ti accorgi che...?". Poi per altri versi vedo delle vere dimostrazioni d'affetto e allora mi dico che no, non si accorgono proprio! Però ho notato che basta farle notare una volta, le cose, quindi avere una guida è davvero essenziale. Osservo la differenza tra i ragazzi che hanno genitori da "lui/lei è fatto/a così" e altri che insegnano le regole sociali e non c'è davvero paragone.
  • TsukimiTsukimi Senatore
    modificato July 2012 Pubblicazioni: 3,827
    Alessio, se una non ti ascolta perché è sorda o ti colpisce perché sta avendo le convulsioni, è lo stesso che se non ti badasse e ti picchiasse perché ti odia? Non é un discorso di libertà ma di sentimenti che ci sono sotto. Perché quello pigro in genere si dà una mossa la volta che ci tiene. A meno che non sia pigrizia abissale che a quel punto non conta come disabilità solo perché sennò non si potrebbe gestire il welfare.
    Post edited by Tsukimi on
    "The Enlightened Take Things Lightly" - Principia Discordia
Accedi oppure Registrati per commentare.
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online