• via dei Prati Fiscali 201, 00141 Roma
  • CF. 97690370586
  • info@spazioasperger.it
  • Novembre 11, 2021
  • By admin

Creare opportunità nelle attività quotidiane per i bambini con autismo

Posted In: Intervento

Intervento precoce da svolgere a casa

Autori: Petra Linnsand e Gudrun Nygren

Traduttore: Anna M.C.

Articolo originale: Create opportunities in daily activities for toddlers with autism

In questo articolo vorremmo condividere la nostra esperienza e i nostri pensieri su questo argomento, attingendo sia all’attuale stato internazionale della sui con (età 0-3), sia alle nostre esperienze di in un quartiere multietnico di Göteborg.

Io e il mio team incontriamo ogni giorno bambini autistici e i loro durante l’esame e l’. I genitori vogliono sapere come possono aiutare il loro bambino e chiedono consigli concreti da utilizzare nelle situazioni quotidiane. I bambini hanno esigenze individuali molto diverse, il che significa che non esistono risposte veramente generali. Ci sono spesso altre difficoltà oltre all’autismo che devono essere affrontate sia nel corso dell’esame che dell’intervento, comprese quelle piuttosto importanti come i problemi del sonno o dell’alimentazione, oltre ad altre possibili condizioni mediche che necessitano di cure.

La spinta spontanea al contatto e alla con altre persone è una delle pietre miliari dello e dell’acquisizione di abilità di un bambino. Impariamo facendo le cose insieme, imitandoci a vicenda e alternandoci. Fin dall’inizio, i bambini con autismo mostrano una marcata mancanza di spinta sociale. I genitori di solito notano queste difficoltà nel secondo anno di vita del bambino. Tali problemi includono: 

Il personale della materna potrebbe notare che il bambino preferisce giocare da solo, piuttosto che con gli altri bambini. La mancanza di spinta sociale fa sì che il bambino abbia minori opportunità di , il che significa che gli (genitori, insegnanti e altri) devono cercare di creare opportunità di comunicazione e interazione.

Un gran numero di studi sottolinea l’importanza di un intervento precoce nell’autismo. Esistono molti modelli di trattamento e di intervento per i bambini con autismo, ognuno con una propria struttura specifica e un punto di enfasi. La maggior parte di questi modelli di intervento sono completi e basati sull’analisi comportamentale applicata () i quali sono incentrati sullo sviluppo del singolo bambino e includono manuali di per diverse aree di sviluppo. Le misure di intervento sono dirette sia ai principali (comunicazione e interazione) che ad altre difficoltà concomitanti.

La ricerca attuale suggerisce che i bambini molto piccoli con autismo (età 0-3) rispondono meglio alle misure di intervento fornite in un contesto naturale, cioè nelle sociali e nelle attività quotidiane. Questi modelli di intervento sono chiamati Naturalistic Developmental Behavioral Interventions (NDBI) e combinano le conoscenze sull’apprendimento del bambino e i metodi della scienza dello sviluppo e del comportamento. Uno di questi modelli è Early Start Denver (ESDM), sviluppato da Sally J. Rogers e Geraldine Dawson, é valutato in numerosi studi di ricerca. L’ ESDM è basato sulla relazione, vale a dire che si basa sulla stretta relazione tra genitore e figlio. Questo modello invita i genitori e altri adulti ad attingere agli e alla motivazione del bambino per creare opportunità di interazione, gioco e comunicazione nelle loro attività quotidiane.

Il nostro team utilizza l’ESDM ed entrambi noi che scriviamo questo pezzo siamo terapisti ESDM certificati. Durante il processo di esame forniamo a tutti i genitori le strategie tratte dall’ESDM, ovvero come possono creare opportunità per i loro di interagire, giocare e comunicare nella vita di tutti i giorni. Nella nostra esperienza, la maggior parte dei genitori trae grande beneficio dall’apprendimento di queste strategie, indipendentemente da quali altre misure di intervento stanno ricevendo i loro figli. Implementiamo il metodo anche nel nostro programma di trattamento, facendo un piano individuale per ogni bambino con obiettivi specifici e passi di apprendimento concreti. Agli adulti che circondano il bambino, di solito genitori ed educatori, vengono dati suggerimenti su come possano lavorare verso questi obiettivi e creare opportunità di apprendimento nelle attività quotidiane.

Molti studi mostrano l’importanza della precoce e dell’intervento nell’autismo e in altre difficoltà dello sviluppo neurologico, ma i sanitari fanno fatica a soddisfare queste esigenze. La maggior parte dei posti ha lunghi tempi di attesa sia per l’esame che per il trattamento. Ciò è in parte dovuto alla mancanza di risorse, ma anche a carenze in di organizzazione dei servizi sanitari e di quanto poco la maggior parte dei non specialisti sappia dei bambini con autismo. Abbiamo bisogno di sforzi educativi per migliorare la conoscenza delle persone sulle difficoltà di sviluppo precoci, sulla diagnostica e sulle opportunità di trattamento. Medici, ricercatori e amministratori allo stesso modo devono sforzarsi di collaborare più strettamente e sviluppare i nostri servizi di assistenza sanitaria al fine di soddisfare le esigenze che dobbiamo affrontare.

Nel nostro lavoro clinico incontriamo molte famiglie che ogni giorno affrontano una di sfide: bambini con sintomi neuroevolutivi complessi che richiedono molte misure di trattamento diverse. Non esiste un modello di trattamento “taglia unica” per tutte le potenziali esigenze: le circostanze di ogni singola sono semplicemente troppo diverse per questo. Molti studi hanno prodotto risultati che riecheggiano le nostre esperienze, vale a dire che la partecipazione dei genitori e le misure di trattamento unificate sono cruciali per l’esito del bambino. Abbiamo bisogno di più studi che esaminino esattamente quali misure specifiche sono più adatte a bambini diversi. Dobbiamo continuare a imparare di più, non solo seguendo la comunità di ricerca internazionale, ma anche continuando a fare più ricerche per conto nostro.

Scopri di più...

a distanzaABAabilità socialiaccettazioneacquistaACTadamadattamentoadhdadiadolescenzaadosados-2adultiaffettivitàaffettoalessitimiaalimentazionealto potenziale cognitivoambienteamiciziaamminoacidiamoreamy cuddyandrogeniandroginiaanoressiaanosognosiaansiaanzianiapparato digerenteapprendimentoaspergerAspie Saturday Filmassociazioneattenzioneattenzione condivisaattenzione per i dettagliAttwoodautismoautonomiaautostimaaykroydB9babbo natalebambiniBCKDBDFNBen XBeppe GrillobethbingebiofeedbackbiografiabiologiabipolarebisognibittorrentBogdashinabollaboyleBram Cohenbulimiabullismocalcolocaldocambiamentocaratteristichecaviecervelloclimacognitivo-comportamentalecollateralicomorbilitàcompiticomportamenti problemacomportamenti ripetitivicomunicare diagnosicomunicazionecomunicazione facilitatacontatto ocularecontestualismo funzionalecorbellinicoronaviruscorpocorsiCovidCOVID-19crescitacriteriCrohncuracut-offcyberbullismoCzechDaryl Hannahdaydreamingdepersonalizzazionedepressionederealizzazionedevianzadiabetediagnosidialogodifferenzialedigitaledisabilitàdisegnodisneydisturbi alimentaridisturbi del comportamento alimentaredisturbi di personalitàdisturbi specifici dell'apprendimentodisturbo bipolaredisturbo d'ansiadisturbo ossessivo compulsivodiversitàdocumentariodonna williamsdopo di noiDSADSM-IVDTIdup15qeccentricoeditheducazioneeducazione cognitivo affettivaeegeinsteinemozioniempatiaendstigmaepidemiologiaepigeneticaepilessiaereditarietàesperienze di vitaespressioni faccialiessenceetà adultaEticaEttore Majorana; Roncoroni; biografiaevitamento delle richiesteevitamento esperenzialeeye-trackingeziologiafaccefalsi mitifamigliafantasiaFAQfarmacifeilerfemminilefenotipofeynmanfiabefiglifilmfinchflessibilità  cognitivaformazioneFrancisco Violatfratellifrozenfumettofunzioni cognitivefunzioni esecutivegavin bollardgeneticagenitoriGiapponegiftedgiftednessgillberggiochi da tavolagiochi di ruologiudizio moralegiustiziaglobalegravidanzagraygruppihans aspergerICD-10identitàidentità sessualeIJAimitazioneimmaginazioneinclusioneinfanziainformazioniinnovazioneintegratoriintelligenzaIntelligenza artificialeinteressiinternetinterventointervento precoceIPLisolamentoistituto superiore di sanitàkhanKhodaeiKlinefelterlaboratoriolanzalavorole murleggeleopardiletturaLGBTLGBTQ+libertàlibriLINEE GUIDAlinguaggiolinguaggio del corpolocalelukeluttomadrimaja toudalmajoranamangamaskingmaternitàmaternomeditazionemeltdownmemoriamindfulnessmoralemorguemortalitàmovimentomusicanashnatalenational autistic societynazismoneonatineurodiversitàneurofeedbackneuroletticineurologianeuroscienzenietzschenon-verbalenormeomicidioonlineoppositivoorgoglioormoni e neurotrasmettitoriossessioniossitocinaoutcomepapapeekPEP-3personaggi storicipersonalitàpersone famosepetizionepiccolo principepiomboplusdotatoplusdotazionepointingpornografiapragmaticapreadolescenzaprecauzioneprevenditaprideprofiloprogetti di ricercaprognosiprovocatoriopsicoanalisipsicoeducazionepsicofisiologiapsicosipsicosocialepunizioniquestionarioquizrabbiaraccolta fondiraccontorandomrealismoreazioneRecensionereciprocitàregolazione emotivaregressioneReimannrelazionireligioneretereversal learningRFTriaperturaribellionericercarichiesterinforzirinforzoRIPECAriposorisonanza magneticarisperidoneRJArobotrosieroutineRPMsanta marinasantomauroSARS-CoV-2satzmarisavantsaxescreeningscritturascuolasecond lifesegarsegni precocisemanticasemiofiliasensiserial killerserieservizisessosessualitàshankardassshaunSheffersicurezzasilbermansimonesinclairSindrome di Treacher CollinssinestesiaSinhasintomisistema immunitarioSNPsocial networksocializzazionesolitudinesollievosonnosottogruppispivetspostamentiSRCstereotipistereotipiestoriastradestragestressstress ossidativosubclinicosuccederesuicidiosviluppoSzatmaritalentotammettangibileteatrotecnologiatelefilmtemperamentotemple grandintempo ispezioneteoria della menteterapiaterminiterza etàtest onlinetestimonianzetestosteroneThunbergtossicotourettetragediatraiettorietrattitraumaturinguditouniversal designurinevaccinivecchiaiavelocità di elaborazionevermivideogiochiviolenzavirtualevistavita di coppiavittimaWechslerwingXXYzarathustra